Non so vendere, come faccio?

non so vendere, come faccio?

Imparare a vendere è possibile. Se l’ho fatto io, lo puoi fare anche tu

Conosci anche tu qualcuno che almeno una volta ti ha detto: non so vendere?

O magari sei tu stesso a pensarlo di te?

Se io potessi tornare indietro e mi trovassi per la prima volta a diretto contatto con un cliente, vorrei che qualcuno mi rassicurasse su questo: imparare a vendere è possibile.

Prima di iniziare a lavorare – ma anche dopo, e per lungo tempo -, ho creduto che saper vendere fosse un talento naturale. Della serie: ce l’hai o non ce l’hai. O sei una persona a cui piace stare con gli altri, parlare parecchio, hai la battuta pronta, sai sempre come rispondere e sei costantemente sul pezzo, oppure non hai nessuna chance. Il talento non ce l’hai e quindi non riuscirai mai a vendere.

Oggi, con un po’ di anni di lavoro alle spalle, di cui parecchi in ambito commerciale, ti dico: sbagliavo.

Non esiste il venditore nato. È una bufala. Una leggenda metropolitana. Una frottola. Chiamala come vuoi.

Chiunque può imparare a vendere

Sai quando l’ho capito?

Avevo già più di trent’anni. Lavoravo all’interno di un’azienda e mi occupavo di mercati esteri. Era un lavoro commerciale, ma più organizzativo e di gestione. Non avevo mai fatto una vendita diretta, nel senso che, fino a quel momento, non era mai capitato che un potenziale cliente decidesse di acquistare un prodotto da me.

In realtà, a dirla tutta, non credevo nemmeno di esserne capace. Lo stile dei venditori che vedevo intorno a me non mi apparteneva. Era un po’ troppo aggressivo e insistente per i miei gusti, talvolta manipolatorio. Non mi riconoscevo, mi dava pure fastidio. Poi, siccome non ero simile a loro, percepivo il loro sorriso di sufficienza. Come per dire, vabbè, che ci vuoi fare, capita, non tutti possono saper vendere.

Poi un giorno succede che mi chiama Steve, un collega venditore di Londra, e mi dice di aver chiuso un contratto importante. Una signora, che era stata in fiera un paio di settimane prima ed era passata dal nostro stand, aveva deciso che il nostro prodotto faceva al caso suo. Gliel’aveva mostrato una giovane signora italiana e l’aveva convinta.

Be’, la giovane signora italiana ero io.

E la cosa buffa era che non mi ero nemmeno resa conto di aver chiuso una vendita. Mi ricordavo a malapena della potenziale cliente. Mi sembrava di averle mostrato il prodotto, quello sì, lo facevo con tutti. Ero sempre lì davanti, lo facevo toccare, lo mettevo in movimento, lo mostravo da tutti i lati, e di solito parlavo poco e sorridevo molto – perché temevo che mi chiedessero dettagli molto tecnici a cui non avrei saputo rispondere.

Quello è stato il momento preciso, in cui mi sono detta: anch’io ho qualche chance. Ce la posso fare. È qualcosa che posso imparare.

Quindi, se ce l’ho fatta io, ce la puoi fare anche tu.

Vuoi approfondire?

Anche tu credi che esista un modo di vendere basato sulla fiducia e non sul pressing, ma non sai come fare e da dove iniziare? Magari hai pensato a lungo che la parola vendersi fosse una parolaccia.

Di questo e altro parlo nell’ebook La customer experience. Manuale per migliorare la vita al tuo cliente e a te stesso, il primo libro italiano dedicato esclusivamente al tema della customer experience, scritto con un linguaggio semplice e con concetti base validi per tutte le attività..